Straccetti di muscolo autoprodotto :)

Una ricetta originale di Graziella Cinque.

150gr. di farina di glutine
50 gr. di farina di lupini
30 gr. di farina di mandorle
2 cucchiaini rasi di farina di carote ( non indispensabile se non la trovate).
mischiate bene le farine e impastate con circa 700 ml di “acqua tinta” come la chiamo io, ovvero:
acqua, un bicchiere di vino bianco, 3 cucchiai di salsa di soia non salata, 3 cucchiai di passata in tubo, sale alle erbe e spezie a gusto proprio. ( io ci ho messo aglio e cipolla in polvere, paprika fumeé e semi di finocchio.
amalgamare a poco a poco il liquido con le farine fino ad attenere un impasto morbido ma non appiccicoso.
farlo riposare una mezzora in frigo.
il rotolo che ottengo, lo avvolgo morbido in carta forno e stagnola bucherelando con stecchino, e lo faccio cuocere in acqua per un’oretta.
Cotto, freddato e scartato, va croccantato in wok con evo, ed eventualmente un pò dell’acqua tinta rimasta, fino a doratura.
in frigo si conserva per qualche giorno nel suo sughetto e potete realizzare vari piatti, cotolette, sgaloppine, spezzatino…
stavolta straccetti.