Cotolette di Nonna Paola

Le ricette di Martina
Uno dei piatti che ho amato di più nella mia infanzia erano le cotolette fritte di mia nonna Paola, che spesso prepara nei giorni di festa.
Le ha sempre fatte con il pollo, ma negli anni ho scoperto qual’era il vero trucco per renderle così irresistibili. Non era il pollo, e nemmeno il fritto, ma una spolverata di cannella prima della panatura!
Per veganizzarle ho utilizzato le Fettine SanyGran di soia e legumi, un prodotto molto proteico e dalla consistenza ottima, superiore alla normale soia disidratata.
Ecco la mia versione vegetale di questo piatto.

Ingredienti (x 6 cotolette):

Fettine di soia e legumi SanyGran
– Brodo vegetale in polvere Rapunzel
– 150 Farina di ceci
– Acqua fredda
– Pan grattato
– Cannella in polvere
– Pepe nero
– Olio di semi di girasole

Procedimento:

Per prima cosa preparare un litro di brodo vegetale ben saporito: io uso da anni quello in polvere Rapunzel, lo trovo il migliore ed è molto comodo!
Mettere a bagno le fettine SanyGran nel brodo bollente per 7 minuti. Non lasciarle oltre perchè a differenza di molti prodotti di sola soia, queste tendono ad ammorbidirsi molto.
Lasciarle raffreddare e strizzarle per eliminare l’acqua in eccesso, poi spolverarle leggermente di cannella e pepe nero.
A questo punto bisogna preparare la panatura: là dove mia nonna utilizzava l’uovo, noi avremo una leggera pastella di farina di ceci.
Mettere i 150 gr di farina di ceci in un recipiente e aggiungere sale, pepe e acqua fredda quanto basta. Dobbiamo ottenere una pastella leggera, liscia e scorrevole, per verificare la consistenza provare ad immergere una forchetta e poi estrarla: il composto dovrà scivolare via facilmente, senza risultare acquoso. Prepariamo un piatto capiente e riempiamolo di pan grattato.
A questo punto passare ogni fettina prima nella pastella e poi nel pangrattato, finchè non saranno tutte ben ricoperte.
In una padella dai bordi alti scaldiamo una quantità di olio di semi sufficiente ad immergere 2/3 cotolette alla volta.
Quando l’olio è ben caldo, friggerle su entrambi i lati e poi asciugarle su della carta assorbente.
Sono ottime con un pizzico di sale, ma soprattutto con abbondante limone fresco!
Buon appetito!