Conchiglioni Cavolo nero e Gondino

Tutta la linea GONDINO QUI.

Agli inizi di Novembre si inizia già a vedere nei banchi dei mercati di frutta verdura, con foglie di un verde scuro/nero attaccate al fusto centrale, si sto parlando del cavolo nero , questa verdura usata in particolare la famosa ribollita toscana, ma oggi lo userò per realizzare  questo pesto molto particolare, che avvolge la pasta con il suo sapore deciso. 
A questo persto oltre ad un buon olio evo spremuto a freddo ho aggiunto delle bacche goji.
 
INGREDIENTI
 
400 g di conchiglioni di Pasta Semola di grano
350 g di cavolo nero
una manciata semi di goji
30 g di Anacardi
Formaggio di Pangea Gondino stagionato
1 spicchio d’aglio
5 cucchiai di olio di oliva extravergine
sale
PROCEDIMENTO
Per preparare i conchiglioni  al pesto di cavolo nero con semi di goji e formaggio Pangea Gondino stagionato, dobbiamo separare le foglie del cavolo nero dai gambi ed eliminare anche la parte centrale delle foglie più grandi.
Scottare solo le foglie in abbondante acqua salata per 5 minuti circa, quindi scolarle con una schiumarola conservando al caldo l’acqua di cottura. 
Lasciarle raffreddare e poi strizzarle delicatamente.
In recipiente unire il cavolo cotto, l’aglio, l’olio, gli anacardi e metà dei semi di goji e formaggio Pangea Gondino stagionato e frullare il tutto con un frullatore a immersione. 
Se il risultasse difficile da frullare, diluire il composto  con un po’ d’acqua di cottura degli ortaggi.
Lessare i conchiglioni  nell’acqua riportata a bollore e scolarli al dente. Condirli col pesto di cavolo nero. Distribuire la pasta nei piatti e completare cospargendo gli altri semi di goji per decorazione.
20161127_135114