Cacomela e stracchì fumè

Le ricette di Francesco Basco

Siamo in autunno e con il suo arrivo fa capolino un frutto che porta dolcezza e colore alla nostra tavola: i cachi.
Ho trovato questo tipo senza noccioli chiamato “cacomela” che non è un incrocio tra la mela e un cachi, come molte persone erroneamente pensano.
Si tratta di un frutto che somiglia ad una mela nella consistenza e nell’ aspetto, ma dal gusto completamente differente.
Il caco mela è anche noto come caco italiano ed è dolce e leggermente vanigliato. Si mangia fresco o si utilizza nella preparazione di confetture e salse.
A questo frutto cosi particolare ho aggiunto del pane di segale integrale
E’ un “integrale vero” fatto con pochi ingredienti, poche lavorazioni, lievitazione naturale e cottura lentissima.
E’ un pane con una dose contenuta di carboidrati complessi, una presenza equilibrata di proteine e una dose interessante di lisina,un aminoacido essenziale. La dose di minerali è
consistente, in particolare il contenuto di selenio, zinco e magnesio.
Ho arricchito queste due ingredienti con del formaggio veg uno stracchino lo Stracchi della Pangea e la rucola.
In questo modo ho realizzato cosi una bruschetta dai colori e sapori contrastanti, ma che si sposano perfettamente tra loro.

INGREDIENTI
Un cacomela
rucola
Una fetta di pane di segale integrale della Pema
formaggio veg Stracchi

PROCEDIMENTO

Lavare il cacomela e affettarlo in fette da circa un centimetro.
Nel frattempo bruschettare il la fetta di pane di segale integrale, una volta pronto stendere un velo di Stracchi e qualche foglia di rucola e delle fette di cacomela.
Ottimo come antipasto, snack e anche come fingerfood

2016-11-01_15-05-28